Curtatone, insulta Pasquale Apicella su Facebook. All’arrivo della polizia urla: “Siete tutti violenti”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 30 Aprile 2020 14:13 | Ultimo aggiornamento: 30 Aprile 2020 14:13
Curtatone, insulta Pasquale Apicella su Facebook. All'arrivo della polizia urla: "Siete tutti violenti"

Curtatone, insulta Pasquale Apicella su Facebook. All’arrivo della polizia urla: “Siete tutti violenti”

ROMA – Gli insulti via Facebook verso Pasquale Apicella, il poliziotto morto tragicamente durante una rapina a Napoli, sono costati cari ad un uomo di 48 anni di Mantova ma residente a Curtatone, pregiudicato per vari reati tra i quali coltivazione e detenzione di stupefacenti e falso.

Il 48enne è stato infatti denunciato per vilipendio della Repubblica, delle istituzioni e della Forze armate e per resistenza a pubblico ufficiale.

L’uomo ieri aveva postato su Facebook frasi gravemente oltraggiose e offensive contro l’agente scelto Pasquale Apicella, deceduto nella notte tra il 26 e il 27 aprile, che non sono passate inosservate alla Polizia postale di Mantova, che subito ha avviato accertamenti.

Individuato l’indirizzo dell’uomo, gli agenti della Volante e della Polizia postale sono andati a casa sua, un condominio nel Comune di Curtatone, sempre in provincia di Mantonva.

Alla vista dei poliziotti ha cercato di nascondersi all’interno dell’edificio, salvo poi affacciarsi dal balcone e urlare contro gli agenti: “So perché siete qui, non vi apro perché volete picchiarmi, siete tutti violenti“.

Dopo alcuni minuti gli agenti sono riusciti a calmarlo e ad accompagnarlo in questura per accertamenti.

Le indagini stanno andando avanti per identificare eventuali amici che sul web hanno avvalorato o postato analoghi commenti offensivi ed ingiuriosi nei confronti dell’agente ucciso a Napoli. (fonte ANSA)