Cyberspionaggio, Giulio Occhionero torna libero: obbligo di dimora e firma

di redazione Blitz
Pubblicato il 24 gennaio 2018 18:46 | Ultimo aggiornamento: 24 gennaio 2018 18:46
Giulio Occhionero torna in libertà.

Cyberspionaggio, Giulio Occhionero torna libero: obbligo di dimora e firma

ROMA – Dopo più di un anno di detenzione in carcere, torna libero Giulio Occhionero, l’ingegnere nucleare accusato di aver messo in piedi assieme alla sorella Francesca Maria un’attività di cyberspionaggio accedendo illecitamente a indirizzi di posta riconducibili a siti isituzionali, a esponenti politici o a privati.

Lo ha deciso il giudice del tribunale Antonella Bencivinni accogliendo l’istanza dell’avvocato Stefano Parretta. Il pm Eugenio Albamonte aveva espresso parere negativo alla scarcerazione. Occhionero, che finì a Regina Coeli il 9 gennaio 2017, sarà sottoposto all’obbligo di firma due volte al giorno, al divieto di allontanarsi da Roma e all’obbligo di stare a casa tra le 20 e le 9.

 

 

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other