Daniele Belardinelli, capo Viking Inter ammette: “Ho preso parte agli scontri”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 21 gennaio 2019 14:46 | Ultimo aggiornamento: 21 gennaio 2019 14:46
Daniele Belardinelli, capo Viking Inter ammette: "Ho preso parte agli scontri"

Daniele Belardinelli, capo Viking Inter ammette: “Ho preso parte agli scontri”

MILANO – Ha ammesso la sua partecipazione agli scontri di Santo Stefano prima di Inter-Napoli, il capo dei Viking della Curva interista Nino Ciccarelli, finito in carcere quattro giorni fa per rissa aggravata e altri reati nell’inchiesta della Procura di Milano. Negli scontri è morto Daniele Belardinelli, tifoso dell’Inter. Rispondendo solo ad alcune domande e con dichiarazioni spontanee davanti al Gip Guido Salvini nel carcere di San Vittore a Milano, il capo ultrà ha confermato anche di essere rimasto ferito negli scontri ma non ha voluto parlare di presunti ruoli organizzativi nel blitz.

Stando a quanto riferito dall’avvocato Mirko Perlino, Ciccarelli, uno dei sei arrestati nell’inchiesta, davanti al gip e davanti al pm Michela Bordieri ha raccontato, come già aveva detto in un interrogatorio in Questura, di essere passato per caso in via Novara e di essersi poi unito agli amici ultras negli scontri coi napoletani nei quali è rimasto anche lievemente ferito, come testimoniano immagini acquisite dalla Digos.

Come spiegato sempre dal difensore, il capo dei Viking, con 12 anni di carcere alle spalle e anche una condanna per tentato omicidio, ha sostenuto di non essere stato presente ad un incontro in un pub vicino a via Novara dove si radunarono, secondo l’accusa, molti ultras e capi curva prima dell’agguato.

Ciccarelli, nell’interrogatorio durato circa un’ora, non ha risposto a tutte le domande e riguardo all’investimento di Daniele Belardinelli, poi morto in ospedale, avrebbe detto di non aver visto nulla. Nell’interrogatorio in Questura aveva spiegato di aver visto soltanto un corpo a terra e successivamente il passaggio di due macchine.

L’avvocato Perlino ha chiarito, inoltre, che nelle prossime ore avanzerà un’istanza per la concessione dei domiciliari a Ciccarelli, arrestato nell’ultima tranche di misure cautelari giovedì scorso assieme all’ultrà del Varese Alessandro Martinoli. Anche Martinoli davanti al gip venerdì scorso ha ammesso la partecipazione agli scontri e anche di aver ferito con un coltello un ultrà napoletano.