Daniele Giordano suicida dopo furto di merendine: lo chiamavano “serial Kinder”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 27 dicembre 2018 12:10 | Ultimo aggiornamento: 27 dicembre 2018 12:10
Daniele Giordano suicida dopo furto di merendine: lo chiamavano "serial Kinder"

Daniele Giordano suicida dopo furto di merendine: lo chiamavano “serial Kinder”

CATANIA – Furto di merendine, si uccide in carcere a Catania Daniele Giordano. Lo chiamavano “serial Kinder”. Il suicidio risale alla settimana prima di Natale. Il detenuto, 47enne, era stato sorpreso a rubare prodotti dolciari, era in carcere dallo scorso 29 settembre, quando la Polizia lo aveva fermato con una grossa quantità di merendine.

Giordano la settimana scorsa si è impiccato nel bagno della sua cella con un lenzuolo legato alla finestra. Il ladro di merendine era in carcere dallo scorso 29 settembre, quando la polizia lo aveva fermato per aver sottratto dei prodotti dolciari in un supermercato di Catania. Non era la prima volta che lo faceva e per questo evidentemente lo chiamavano “serial Kinder”.

Prima dell’arresto di fine settembre Giordano era già stato più volte denunciato dai responsabili di diversi supermercati della città per la sua ossessione: rubare solo dolciumi del celebre marchio.