Danilo Magni, denuncia furto di gasolio in azienda: licenziato

di redazione Blitz
Pubblicato il 20 Maggio 2015 12:26 | Ultimo aggiornamento: 20 Maggio 2015 12:26
Danilo Magni, denuncia furto di gasolio in azienda: licenziato

Danilo Magni, denuncia furto di gasolio in azienda: licenziato

BERGAMO – Ha denunciato il furto di gasolio che da oltre un anno veniva sottratto alla sua azienda e questa invece di premiarlo, lo ha licenziato. Lui è Danilo Magni, ex dipendente della G.eco srl, società di Treviglio che si occupa della raccolta dei rifiuti in diversi comuni della provincia di Bergamo. La sua “colpa”: aver commentato su Facebook un articolo apparso sull’Eco di Bergamo che parlava delle appropriazioni indebite dell’ex contabile della Geco, pizzicato a sottrarre 150 mila euro dai conti aziendali.

Questo il commento apparso su Facebook e costatogli il lavoro:

“Di sporco ce n’è ancora tanto!! Sappiate che è un anno che rubano gasolio in via Palazzo, e nessuno fa niente!! Altro che 150.000 euro”.

Il riferimento è ai furti che, da oltre un anno, avverrebbero regolarmente nel piazzale dell’azienda: ogni mattina i lavoratori trovano i camion senza gasolio e a volte senza batteria. Una situazione che la stessa Geco ha più volte denunciato installando anche un sistema di videosorveglianza.

Magni si è persino scusato, spiegando che non era sua intenzione offendere la società. Ma a detta degli amministratori quella denuncia su Facebook avrebbe messo in cattiva luce l’azienda. Per Leopoldo Chiummo, responsabile della Fp Cgil di Bergamo, si tratta di una “reazione assolutamente esagerata” con la quale si sarebbe in realtà “colta l’occasione per punire un lavoratore scomodo, molto attivo nel segnalare disfunzioni e problematiche in un’azienda dove se ne registrano diverse”. Magni infatti oltre che un dipendente della G.eco era anche Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza.