Davide Martinelli, il ciclista che porta medicine nel paese senza farmacie

di Redazione Blitz
Pubblicato il 17 Aprile 2020 14:30 | Ultimo aggiornamento: 17 Aprile 2020 14:30
Davide Martinelli, il ciclista che porta medicine nel paese senza farmacie

Davide Martinelli, il ciclista che porta medicine nel paese senza farmacie

BRESCIA – Coronavirus, il ciclista professionista Davide Martinelli consegna medicine a domicilio nel paese che non ha farmacie. Una bella storia che arriva da da Lodetto, in provincia di Brescia, dove il ciclista dell’Astana va in giro con bici, casco e mascherina come fosse un rider, per consegnare i farmaci a chi ne ha bisogno.

Lodetto, piccola frazione nella provincia di Brescia, 1500 abitanti, non ha nessuna farmacia, nessun negozio aperto. I più vicini sono a Rovato, a 4 chilometri, una distanza troppo grande per i tanti anziani del paese. Così, come scrive Rai News, Davide ha subito aderito all’iniziativa lanciata da un gruppo di giovani del paese che si sono organizzati per dare una mano.

“Ho sentito varie storie, che mi hanno toccato, di persone impossibilitate a recarsi nel nostro capoluogo che grazie a questi volontari hanno risolto i loro problemi! Negli anni ho ricevuto davvero tanto dalla mia comunità, però difficilmente ho avuto l’occasione di ripagarla per via della vita che spesso mi porta ad essere lontano da casa”, scrive Davide Martinelli in un post su Instagram.

“Dentro di me penso – prosegue il ciclista – è la mia occasione per rendermi utile e ripagare le tante persone che mi hanno sempre sostenuto negli anni, e dare una mano a chi in questo momento ne ha bisogno”.

Quindi Davide spiega: “Ho una bici, 2 gambe ormai non molto allenate e uno zaino, e niente.. oggi ho avuto l’onore di poter andare in farmacia a ritirare dei medicinali per una coppia di anziani, in totale 30 minuti e una decina di km, nulla di speciale per un atleta, ma quando glieli ho consegnati sull’uscio di casa, ovviamente con le dovute precauzioni (mascherina e guanti) ho sentito un grazie, che ancora ora mi rimbomba in testa”.

“Sono l’uomo più felice del mondo, bello il ciclismo, bello tutto, ma essere utile al prossimo è impagabile”, conclude. (Fonti Instagram e Rai News).