Davide Sau arrestato: fratello attaccante Cagliari accusato di avere armi e droga

di Redazione Blitz
Pubblicato il 7 novembre 2018 12:56 | Ultimo aggiornamento: 7 novembre 2018 13:04
Davide Sau arrestato: il fratello attaccante Cagliari accusato di avere armi e droga

Davide Sau arrestato: fratello attaccante Cagliari accusato di avere armi e droga (foto Ansa)

CAGLIARI – Arrestato Davide Sau, fratello dell’attaccante del Cagliari Marco Sau. L’indagine è stata condotta dalla Polizia di Cagliari e, come scrive l’Ansa, le accuse sono pesanti: custodia di armi, esplosivi, munizioni e droga per conto della banda che aveva nel mirino un sequestro di persona-lampo a scopo di rapina. L’uomo, che già si trovava ai domiciliari, è ora rinchiuso nel carcere di Uta per detenzione illegale di materiale esplosivo, armi e munizioni, detenzione e spaccio di droga.

Gli agenti erano alla ricerca del covo dei tre uomini arrestati sabato scorso in un blitz che ha mandato all’aria i loro piani: stando all’accusa degli investigatori, i tre avrebbero voluto sequestrare in casa il titolare di due noti ristoranti di Cagliari, Alberto Melis, per costringerlo ad aprire la cassaforte e consegnare denaro e preziosi tenuti sotto chiave. Le indagini hanno così portato a Davide Sau. La sua abitazione è stata perquisita: scrive l’Ansa che nell’appartamento non è stato trovato nulla ma nel garage la Polizia ha recuperato un piccolo arsenale. Si tratta di una pistola Beretta con 8 proiettili; una pistola Bruni con la canna modificata e un caricatore con 4 proiettili; 37 cartucce calibro 7,65, 52 calibro 9×21 e 8 calibro 380.

Prosegue l’Ansa che sono stati anche scoperti e sequestrati tre chili di marijuana, oltre un chilo e mezzo di esplosivo, usato per lavori di sbancamento nelle cave, vari caschi da motociclista, indumenti per il travisamento, guanti, fascette da elettricista, diverse targhe di veicoli e anche di moto della Polizia municipale, tutte rubate. E’ stata poi trovata una statuetta in pietra della Dea madre, verosimilmente riconducibile all’era neolitica.