Davide Terenzi investito e ucciso da una Smart, il papà: “Non ho più lacrime”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 16 gennaio 2018 21:20 | Ultimo aggiornamento: 16 gennaio 2018 21:20
davide-terenzi

Davide Terenzi

ROMA – Gianluca Terenzi, 46 anni, non si capacita all’idea che non potrà più vedere il proprio figlio quattordicenne, Davide, investito domenica sera sulla provinciale Pisana, all’altezza di Pieve a Ripoli, nel comune di Cerreto Guidi, e morto lunedì 15 all’ospedale San Giuseppe. “State il più possibile con i vostri figli. Lasciate perdere la frenesia della vita. Godeteveli. Abbracciateli” dice l’uomo, distrutto dal dolore.

Davide era appena sceso dall’autobus dopo aver trascorso un pomeriggio ad Empoli insieme agli amici, quando è stato investito da una Smart che l’ha fatto volare e finire addosso ad un’altra vettura, sfondando il parabrezza della macchina. “Ne ho passate tante, mi creda – spiega affranto il signor Terenzi al quotidiano La Nazione – ma questa è una battaglia durissima da vincere. Impossibile pensare al futuro”.

Le parole del 46enne spezzano il cuore:  “Non ho più lacrime, non ho più fiato. Ho soltanto tanta paura di quello che sarà. A febbraio avrebbe compiuto quindici anni. In regalo voleva il computer più bello”.