Davoli Superiore, fermato l’ex di Francesca Petrolini: movente passionale?

di Redazione Blitz
Pubblicato il 24 Dicembre 2018 13:18 | Ultimo aggiornamento: 24 Dicembre 2018 15:22
davoli omicidio

Davoli Superiore, fermato l’ex di Francesca Petrolini: ha usato una pistola e un fucile per il duplice omicidio

CATANZARO – È stato rintracciato l’ex convivente di Francesca Petrolini, la donna di 53 anni uccisa domenica sera, 23 dicembre, insieme al nuovo compagno, Rocco Bava, di 43, nella tabaccheria a Davoli Superiore di proprietà di lei. Si tratta di un 67enne, G.G., cognato della donna.

Dopo essere rimasta vedova, Francesca Petrolini aveva allacciato una relazione con il fratello del marito. L’uomo era a casa di un amico a Davoli. È stato portato in caserma per l’interrogatorio. Al momento non ci sarebbero provvedimenti. L’uomo, secondo quanto si è appreso, non aveva accettato la fine della relazione e aveva iniziato a compiere atti persecutori nei confronti di Francesca arrivando anche a minacciarla.

L’assassino li ha uccisi utilizzando due armi: una pistola calibro 7,65 e un fucile da caccia. La donna è stata raggiunta da due colpi al torace, mentre l’uomo da quattro, tre al torace ed uno alla testa. Gli investigatori hanno anche accertato che Rocco Bava non ha tentato di fuggire prima di essere colpito come era stato ipotizzato in un primo momento, ma è stato ferito mortalmente all’interno della tabaccheria della compagna. Poi si è trascinato fuori dall’esercizio dove è stato trovato dai sanitari del 118 il cui intervento è stato vano.