Cronaca Italia

Denis Bergamini ucciso: soffocato in 5 minuti, forse con una sciarpa

denis-bergamini-soffocato-ucciso

Denis Bergamini ucciso: soffocato in 5 minuti, forse con una sciarpa

CATANZARO – Donato Denis Bergamini, il calciatore del Cosenza trovato cadavere nel 1989, non è morto sotto un camion, Denis non è si è tolto la vita, Denis è stato ucciso. Soffocato e ucciso in 5 minuti, probabilmente con una sciarpa. In un post su Facebook la sorella di Bergamini pubblica la parte fondamentale dell’esito della super perizia disposta sul corpo del fratello e depositata nei giorni scorsi.

“L’exitus del sig. Donato Bergamini è attribuibile, con elevato grado di probabilità, alle lesioni da scoppio causate dallo schiacciamento addomino-perineale con conseguente eviscerazione degli organi e rottura di vaso arterioso, a sinistra, in soggetto in Liminae Vitae già morto per asfissia meccanica”. Dunque anche questo passaggio lascia pochi dubbi, anzi li azzera.

Come scrive quicosenza.it:

Denis certamente non voleva morire, e questo è emerso anche dalla trasmissione di Quarto Grado con la lettera di una ragazza che raccontò di essere lei, la vera fidanzata di Denis, che le aveva raccontato, due giorni prima della sua morte, di avere ‘paura’. Una paura che si è materializzata con la sua morte.

Intanto tra una settimana, mercoledì prossimo, in Tribunale a Castrovillari si terrà un dibattimento dei periti in aula incentrato proprio sulla perizia e al termine dell’incidente probatorio, i magistrati della procura di Castrovillari potrebbero determinare la svolta sul ruolo delle persone coinvolte nell’omicidio di Denis che sarebbe stato soffocato e probabilmente da due persone.

Il mistero sulla morte

La salma del calciatore del Cosenza Calcio, la cui morte, avvenuta il 19 novembre del 1989 a Roseto Capo Spulico (Cosenza) venne attribuita a un suicidio, è stata riesumata lo scorso luglio dopo la riapertura dell’inchiesta da parte del Procuratore della Repubblica di Castrovillari Eugenio Facciolla.

Allo stato sono formalmente indagati sono l’ex fidanzata di Bergamini, Isabella Internò, e l’autista del camion Raffaele Pisano. Il procuratore della Repubblica di Castrovillari Eugenio Facciolla, rintracciato telefonicamente, non ha inteso, al momento, fare alcun commento.

To Top