Denise Pipitone, Alberto Di Pisa (ex procuratore di Marsala) a Chi l’ha visto insiste sulla pista familiare

di Alberto Francavilla
Pubblicato il 20 Maggio 2021 8:30 | Ultimo aggiornamento: 20 Maggio 2021 8:30
Denise Pipitone, Alberto Di Pisa (ex procuratore di Marsala) a Chi l'ha visto insiste sulla pista familiare

Denise Pipitone, Alberto Di Pisa (ex procuratore di Marsala) a Chi l’ha visto insiste sulla pista familiare (Foto d’archivio Ansa)

Caso Denise Pipitone, a Chi l’ha visto? torna a parlare Alberto Di Pisa, ex procuratore di Marsala. Che insiste sulla pista familiare. Cioè dice che bisogna tornare a indagare sulla famiglia del padre di Denise. Cioè Anna Corona e Jessica Pulizzi (l’altra figlia del padre biologico di Denise). Ricordiamo però che Jessica Pulizzi è già stata assolta in tre gradi di giudizio.

Di Pisa parla anche della lettera anonima, quella fatta recapitare sia al legale di Piera Maggio (mamma di Denise) sia alla redazione di Chi l’ha visto? Secondo lui questa lettera fa intuire che ci possa essere del materiale su cui riaprire le indagini ma da sola non basta. Servono indicazioni precise, servono informazioni utili e non vaghi messaggi. 

Alberto Di Pisa a Chi l’ha visto? e la tesi familiare su Denise Pipitone

Dice Di Pisa: “La tesi che io ho sempre sostenuto e che continuo a sostenere è che questa vicenda nasce in ambito famigliare. Jessica, figlia del papà biologico di Denise, riteneva la piccola la causa della distruzione della sua famiglia. Secondo noi è stata lei a prelevare la bambina quel giorno, per poi darla ad altre persone che a loro volta l’hanno affidata agli zingari”.

Di Pisa e la lettera anonima

Di Pisa poi parla della lettera anonima (fatta recapitare a Giacomo Frazzitta, avvocato di Piera Maggio) e alla redazione di Chi l’ha visto. E parla anche della nuova inchiesta aperta dalla procura di Marsala. In entrambi i casi Di Pisa ritiene che ci sia bisogno di qualcosa di nuovo, che sia necessaria una dichiarazione di qualcuno (e non lettere anonime) che possano aggiungere elementi nuovi alle indagini.