Denise Pipitone, svolta nelle indagini: dna da alcune impronte digitali

di redazione Blitz
Pubblicato il 21 settembre 2018 10:51 | Ultimo aggiornamento: 21 settembre 2018 10:51
Denise Pipitone, svolta nelle indagini: dna da alcune impronte digitali

Denise Pipitone, svolta nelle indagini: dna da alcune impronte digitali

TRAPANI – Possibile svolta nelle indagini sulla scomparsa di Denise Pipitone, la bimba sparita da Mazara del Vallo (Trapani) il primo settembre del 2004, a 4 anni.

Il prossimo 26 ottobre sarà il diciottesimo compleanno di Denise, che la madre, Piera Maggio, continua a cercare senza arrendersi. Pomeriggio Cinque, il programma Mediaset condotto da Barbara D’Urso, ha dedicato alla piccola un servizio che rivela che ci sarebbero alcune novità riguardanti il dna della bimba.

“Le indagini dei Ris di Messina, ha detto in trasmissione l’inviata del programma, si starebbero concentrando sulle impronte digitali prelevate nei luoghi che Denise frequentava. E da alcune minuscole impronte di polpastrelli, con le tecnologie attuali, sarebbe possibile estrarre il dna. Questo sarebbe un dato importante perché permetterebbe di capire gli ultimi spostamenti della bimba”.

Tra le prime ipotesi formulate dagli inquirenti c’era quella che la piccola fosse stata rapita dalla sua sorellastra Jessica Pulizzi per vendetta e gelosia, ma la ragazza è stata definitivamente scagionata lo scorso anno in Corte di Cassazione.

L’inviata di Pomeriggio Cinque ha anche annunciato un’altra novità sulla famiglia di Denise: la madre Piera Maggio e il compagno Piero Pulizzi avrebbero infatti deciso di sposarsi.