Denise Pipitone, l’interrogatorio di Battista Della Chiave e le telefonate di Jessica Pulizzi

di Redazione Blitz
Pubblicato il 11 Giugno 2013 13:17 | Ultimo aggiornamento: 11 Giugno 2013 13:18
Denise Pipitone, l’interrogatorio di Battista Della Chiave e le telefonate di Jessica Pulizzi

Denise Pipitone, l’interrogatorio di Battista Della Chiave e le telefonate di Jessica Pulizzi

MAZARA DEL VALLO (TRAPANI) – Denise Pipitone, le ultime notizie. “Battista Della Chiave deve esser posto sotto protezione e che sia impedito ogni contatto con i suoi familiari”. Questa la richiesta dell’avvocato Giacomo Frazzitta, legale di parte civile nel procedimento per il sequestro di Denise Pipitone.

Battista Della Chiave, sordomuto, tramite il linguaggio dei segni, ha raccontato di aver assistito al rapimento della bambina da parte di un uomo. Interrogatorio poi trasmessa nella puntata di Chi l’ha visto del 15 maggio 2013.

Martedì (11 giugno) Battista Della Chiave è arrivato in Tribunale, a Marsala, assieme a diversi familiari, tra cui il nipote che ha accusato nelle dichiarazioni rese al legale di parte civile che assiste Piera Maggio, la mamma della piccola Denise Pipitone. L’udienza davanti al gip costituisce ”incidente probatorio” per cristallizzare le dichiarazioni del supertestimone (ancora in attesa di essere sentito).

Per concorso nel sequestro di Denise Pipitone, è attualmente sotto processo davanti il Tribunale di Marsala la sorellastra di Denise, Jessica Pulizzi, di 26 anni.

Proprio nei giorni scorsi Carla Ciriaco, perito trascrittore incaricata dal Tribunale di Marsala (Trapani), ha confermato che Jessica Pulizzi, sorella per parte di padre di Denise disse al telefono: “Quannu eru cu Alice… pigghiai e a casa c’ha purta’ (Quando ero con Alice… ho preso e gliela ho portata a casa, ndr) che viene detta a bassissima voce”. La frase fu intercettata durante una conversazione nel commissariato di polizia di Mazara con la madre, Anna Corona, indagata in un secondo filone d’indagine sulla cui archiviazione si attende la decisione del gip