Denuncia: “Agenti per Giubileo si devono pagare casa a Roma”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 27 Novembre 2015 9:32 | Ultimo aggiornamento: 27 Novembre 2015 9:32
(foto Ansa)

(foto Ansa)

ROMA – “Gli agenti di rinforzo chiamati a Roma per il Giubileo sono costretti a pagarsi da soli l’alloggio”. Lo denuncia il segretario provinciale dell’Ugl Polizia Massimo Nisida. “Il trasferimento dei colleghi per fronteggiare le presenze giubileari – sottolinea – ha messo a nudo le carenze strutturali in materia di alloggi collettivi di servizio in un momento in cui la Questura è chiamata ad affrontare una delle sfide più complesse degli ultimi 15 anni. I colleghi si trovano in difficoltà perché devono farsi carico dell’albergo”.

Si tratta di personale residente fuori Roma e chiamata in rinforzo per il Giubileo. Personale che non potrebbe altrimenti assolvere gli obblighi si servizio. “Chiediamo al questore di intervenire – conclude il segretario provinciale dell’Ugl – per reperire con urgenza posti letto presso strutture di nostra amministrazione e pubbliche, la cui capacità ricettiva magari non sia stata ancora sfruttata o sfruttata del tutto, per permettere ai colleghi di lavorare con serenità”.