Denuncia Siulp: clandestino portato da Cie Firenze a Bari, ma c’era posto a Roma

Pubblicato il 15 Maggio 2012 14:14 | Ultimo aggiornamento: 15 Maggio 2012 17:06

FIRENZE – Per l’accompagnamento di un extracomunitario irregolare ad un Centro per l’identificazione e l’espulsione (Cie) due agenti della questura di Firenze sono stati inviati al Cie di Bari, indicato dal dipartimento di pubblica sicurezza come il più vicino, nonostante ci fossero posti disponibili anche al Cie di Roma. L’episodio, accaduto lo scorso venerdì, viene denunciato in un comunicato diffuso dal Siulp fiorentino.

Secondo quanto reso noto, a causa di un guasto alla loro vettura gli agenti, diretti in Puglia, sono stati costretti a portare l’immigrato al centro d’identificazione ed espulsione di Ponte Galeria (Roma), dove sarebbe stato temporaneamente trattenuto. ”Giunti presso il Cie Romano – si legge nel comunicato – la sorpresa: presso quella struttura erano disponibili ben sei posti”.