Desirée Mariottini, il branco accusato anche di prostituzione minorile

di Redazione Blitz
Pubblicato il 22 gennaio 2019 12:48 | Ultimo aggiornamento: 22 gennaio 2019 12:48
Desirée Mariottini, il branco accusato anche di prostituzione minorile

Desirée Mariottini, il branco accusato anche di prostituzione minorile (Foto Ansa)

ROMA – Il 27 senegalese Mamadou Gara, indagato nell’inchiesta per la morte di Desirée Mariottini, avrebbe avuto rapporti sessuali con la minorenne anche precedentemente ai fatti avvenuti il 18 ottobre scorso quando la giovane venne trovata priva di vita in uno stabile abbandonato nel quartiere romano di San Lorenzo. E’ quanto emerge dalle nuove accuse della Procura di Roma che contesta all’uomo, già accusato di omicidio volontario e violenza sessuale, anche la prostituzione minorile.

Per la vicenda Mariottini i magistrati contestano allo stesso Gara e a Yusif Salia, ghanese 32enne, il reato di spaccio di sostanza stupefacente aggravato dalla minore età della vittima. I pm, coordinati dal procuratore aggiunto Maria Monteleone, contestano ai due e agli altri indagati (Chima Alinno, 46 anni nigeriano e Brian Minthe, 43 anni senegalese) ora anche lo spaccio di sostanze stupefacenti ad altre persone per fatti precedenti al 18 ottobre.

Nel frattempo, si allungano i tempi per gli esiti dell’esame del Dna effettuato sul corpo e sugli indumenti della ragazzina e degli indagati: il perito ha chiesto una proroga e ieri la Scientifica è tornata nello stabile abbandonato di via dei Lucani, a San Lorenzo, dove Desirée è morta, per cercare nuove tracce genetiche.