Desirée, morta a 16 anni in un edificio abbandonato a Roma: mistero sulle cause

di Redazione Blitz
Pubblicato il 23 ottobre 2018 15:09 | Ultimo aggiornamento: 23 ottobre 2018 15:10
Desirée san lorenzo

Il luogo dove è stato ritrovato il corpo senza vita di Desirée

ROMA – Com’è morta Desirée? Se lo chiedono gli inquirenti, mentre aspettano i risultati dell’autopsia, ma soprattutto se lo chiedono i genitori e i familiari della 16enne di Cisterna di Latina, trovata senza vita venerdì scorso in un edificio abbandonato nel quartiere San Lorenzo a Roma.

Che ci faceva una 16enne in un ritrovo di clochard e tossicodipendenti? Una possibile risposta l’hanno fornita alcuni abitanti del quartiere al Corriere della Sera: “Quella ragazza voleva recuperare il tablet che le avevano rubato”. 

La sera prima della sua scomparsa la 16enne aveva chiamato la nonna per avvisarla che avrebbe dormito da un’amica. Poi il viaggio verso Roma.

La giovane abitava a Cisterna di Latina con la madre ed una sorella più piccola. Quando venerdì notte non è tornata a casa, i familiari si sono subito preoccupati. Desirèe, racconta la famiglia, era abituata ad avvisare se si allontanava da casa. Così è scattata subito la denuncia. 

“C’è una ragazza che sta male. Aiuto, sta morendo”, questa la chiamata arrivata al 112 intorno alle 4 di notte del 19 ottobre. Giunti davanti al cancello dell’officina abbandonata, i medici hanno però trovato il cancello chiuso con un lucchetto. Il personale del 118 è stato costretto a chiedere l’intervento dei vigili del fuoco, perdendo minuti importanti per salvare la vita alla ragazza. Aperto il cancello dai pompieri, gli operatori sanitari non hanno potuto far altro che constatare il decesso della giovane. 

I magistrati hanno disposto l’autopsia, i cui esiti potranno dire certamente qualcosa in più sulle cause della morte. Sul corpo della giovane non sono stati trovati evidenti segni di violenza.