Dieci discariche abusive sequestrate a Frosinone

Pubblicato il 25 Marzo 2011 22:13 | Ultimo aggiornamento: 25 Marzo 2011 22:21

FROSINONE – Dieci discariche abusive, dislocate nella provincia di Frosinone, sono state sequestrate dalla Guardia di Finanza. Il sequestro è avvenuto con la consulenza dell’Aspa Lazio e l’ausilio di un elicottero equipaggiato dai finanzieri di Pratica di Mare.

I sigilli sono stati messi a dieci distinti siti per una superficie complessiva di 166.745 metri quadrati tutti adibiti a discarica di materiali pericolosi ad alto contenuto inquinante e allo stoccaggio di autovetture fuori uso, in assenza delle prescritte autorizzazioni.

I finanzieri hanno sottoposto a sequestro un’intera fabbrica dismessa da anni di circa 150 mila metri quadrati posta nelle immediate adiacenze di un corso d’acqua dove erano rimasti da anni incustoditi rifiuti pericolosi per la salute pubblica in stato di abbandono. I finanzieri del comando provinciale di Frosinone hanno scoperto che l’intera un’area industriale era diventata luogo per lo stoccaggio dei scarti di lavorazione, deposito di fusti contenente materiale pericoloso oltre a oli combustibile e prodotti idrocarburici.

Ma anche polvere di alluminio, soda caustica, materiale corrosivo, olio idraulico e grasso con significativi versamenti al suolo; numerosi fusti seminterrati sotto cumuli di materiale di risulta; trentotto sacchi del volume di circa due metri cubi, contenenti materiale granulare in corso di identificazione.