Milano, disabile insultata e cacciata dal bus: “Mi ha difeso solo l’autista”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 20 Febbraio 2020 15:27 | Ultimo aggiornamento: 20 Febbraio 2020 15:27
Milano, disabile insultata e cacciata dal bus: "Mi ha difeso solo l'autista"

Milano, disabile insultata e cacciata dal bus: “Mi ha difeso solo l’autista” (foto ANSA)

MILANO – Insultata e cacciata dal bus perché disabile. A raccontare a Il Giorno il bruttissimo episodio capitato sul filobus 90 alla fermata di viale Romagna-largo Rio De Janeiro a Milano, è la stessa protagonista, Graziella Biondino, 67 anni, disabile al 100% in carozzina.

“Quelle parole mi hanno toccato profondamente, non mi sono mai sentita tanto umiliata. Com’è diventato il nostro mondo? Vedo sempre meno umanità. Sono stata insultata dai passeggeri che erano a bordo perché il mezzo era pieno e non volevano che io salissi. Mi hanno urlato ‘Disabile di m…’, ‘Che cosa fai in giro?’, ‘Noi dobbiamo andare a lavorare’. Erano tutti contro di me: italiani, stranieri, giovani, meno giovani. Il filobus era pieno ma c’era comunque posto per tutti. Non volevano spostarsi, secondo loro io sarei dovuta rimanere a terra. Solo l’autista mi ha difeso e ha lanciato l’allarme, facendo intervenire gli addetti della Security Atm. Li ringrazio tanto perché mi sono sentita protetta”. (fonte IL GIORNO)