Disabile scivola e la gamba della sedia gli trafigge la carotide, morto a Parre (Bergamo)

di Redazione Blitz
Pubblicato il 30 Luglio 2020 14:29 | Ultimo aggiornamento: 30 Luglio 2020 14:29
Disabile scivola e la gamba della sedia gli trafigge la carotide, morto a Parre (Bergamo)

Disabile scivola e la gamba della sedia gli trafigge la carotide, morto a Parre (Bergamo) (Foto Ansa)

Un disabile è scivolato e la gamba della sedia gli ha trafitto la carotide. L’uomo, di 44 anni, è morto dissanguato a Parre, un paesino in provincia di Bergamo.

L’uomo è caduto mentre portava una sedia. Una delle gambe di acciaio si è conficcata nel collo del disabile, recidendogli la carotide. Un incidente avvenuto nel pomeriggio di mercoledì 29 luglio, all’interno del Cse (Centro socio educativo) di Ponte Selva, a Parre.

La persona coinvolta, secondo quanto viene riportato da L’Eco di Bergamo, è Alex Riva, disabile di 44 anni di Parre conosciuto da tutti in paese. Secondo quanto hanno raccontato i testimoni, attorno alle 14.30 di mercoledì sarebbe caduto mentre trasportava la sedi. Quindi la a ferita gravissima che non gli ha dato scampo: è morto poco dopo.

Il 44enne, racconta ancora L’Eco di Bergamo, frequentava da anni il centro dove è avvenuta la tragedia, gestito dalla cooperativa sociale Sottosopra di Parre. “Mi hanno detto che stava portando una sedia in giardino”, ha riferito la madre all’Eco di Bergamo, “Per arrivare in giardino bisogna fare due gradini, lui è caduto e si è infilzato il collo nella gamba della sedia”.

Inutili i soccorsi. L’uomo è morto dissanguato praticamente sul colpo.

Il racconto della madre.

Alex frequentava da anni il Cse (Centro socio educativo) a Ponte Selva, in via alla Chiesa, gestito dalla cooperativa sociale Sottosopra di Parre. “Mi hanno detto che stava portando una sedia in giardino, perché con le belle giornate preferiscono farli stare all’aria aperta – racconta mamma Clotilde –. Per arrivare in giardino bisogna fare due gradini, lui è caduto e si è infilzato il collo nella gamba della sedia”.

Subito è partita la chiamata al 112 e sono stati inviati i soccorsi. “È arrivata la guardia medica e l’ambulanza – continua la mamma – hanno chiamato l’ospedale di Piario dicendo di preparare la sala operatoria perchè sarebbe arrivato un paziente, ma nel giro di dieci minuti Alex è morto”. (Fonte L’Eco di Bergamo).