Vicenza. Moglie lo tradisce, lui scopre che il figlio non è suo e si uccide

di Redazione Blitz
Pubblicato il 24 febbraio 2015 11:01 | Ultimo aggiornamento: 24 febbraio 2015 11:01
Vicenza. Moglie lo tradisce, lui scopre che il figlio non è suo e si uccide

Vicenza. Moglie lo tradisce, lui scopre che il figlio non è suo e si uccide

VICENZA – Prima ha scoperto che la moglie lo tradiva, poi che il bimbo che da 4 anni era la sua ragione di vita non era suo figlio. Un dolore troppo grande per un operaio di Vicenza di 39 anni, che ha deciso di uccidersi dopo l’esito del test del Dna per stabilire se quel figlio che tanto amava era o no il suo. L’uomo, che si stava separando dalla moglie infedele, si è tolto la vita impiccandosi nella casa di un suo amico che lo ospitava.

Il Gazzettino scrive che l’operaio non ha retto al dolore e ha lasciato un bigliettino alla sua famiglia per spiegare i motivi del gesto:

“Ospite di un amico, che in quel momento era assente, è sceso nel garage e si è impiccato. Ai genitori ha lasciato un biglietto, spiegando le motivazioni del gesto. L’operaio si era sposato 7 anni fa, e dopo 3 era nato il figlio. Ma il matrimonio è entrato in crisi quando il 39enne ha scoperto che la moglie aveva avuto e continuava avere relazioni extraconiugali. Da qui la richiesta della separazione, avvenuta poco più di un anno fa. Poi il desiderio di sapere se quel bimbo che amava tanto era suo o no. Poi, avuta risposta, la decisione di farla finita”.