Doggy bag, te lo porti a casa quel che avanza? Sondaggio

di Redazione Blitz
Pubblicato il 19 Agosto 2015 16:35 | Ultimo aggiornamento: 19 Agosto 2015 16:38
Doggy bag, te lo porti a casa quel che avanza? Sondaggio

Doggy bag

ROMA – Pare che il 20 per cento degli italiani quando al ristorante non riesce a mangiare tutto quel che ha nel piatto chieda al cameriere un pacchetto per portarsi a casa gli avanzi. Doggy bag, sacchetto per il cane, ma mica tanto per il cane: secondo quel 20 per cento il cibo pagato va consumato, portato a casa e senza vergogna. Talvolta ci scappa una quasi lite con l’oste che pacchetti non ne ha o non ne vuol dare, sempre più spesso il ristorante replica alla richiesta del sacchetto casa con un sorriso e una busta. Una busta alla buona ma anche di recente buste belle a vedersi.

Venti per cento, uno su cinque. Non è molto, in altri paesi sono molti di più a chiedere di portarsi gli avanzi della tavola a casa. In Italia vanno poi conteggiati quell’uno su quattro che invece non lo farebbe mai. Per imbarazzo, per status, per, a loro modo di pensare, buona educazione. Per questo 25 per cento chiedere il sacchetto degli avanzi da portare a casa è “roba da poveracci” e comunque, se non rivela povertà, di certo è gesto cafone.

Il 28 per cento risolve la questione, scioglie l’atroce dilemma mangiandosi, per amore o per forza, tutto quello che ha nel piatto.

Queste le proporzioni secondo l’articolo di Alberto Mattioli su La Stampa. (Resta incerto il comportamento di un altro 27 per cento, quello che manca all’appello e di cui nulla si sa…privacy della forchetta..?).

E tu che fai o che vorresti fare quando qualcosa avanza nel piatto?