Domenico Canopoli, contadino-pastore, muore a 102 anni a Tula (Sassari)

di Redazione Blitz
Pubblicato il 16 settembre 2014 16:54 | Ultimo aggiornamento: 16 settembre 2014 16:54
Domenico Canopoli, contadino-pastore, muore a 102 anni a Tula (Sassari)

Domenico Canopoli, contadino-pastore, muore a 102 anni a Tula (Sassari)

CAGLIARI –  Domenico Canopoli, contadino-pastore di Tula (Sassari) è morto a 102 anni. Ma nell’isola rimangono tanti altri anziani che vivono in vari paesi fra cui Perdasdefogu (Ogliastra). Qui la famiglia di Consola Melis, 107 anni, anche quest’anno ha mantenuto il primato, e così il Guinness World Record le ha assegnato l’attestato, per la terza volta, che verrà consegnato prossimamente, di “Famiglia più longeva al mondo”, complessivamente i nove eredi di Cicciu Melis ed Eleonora Mameli hanno superato 837 anni e 10 giorni.

Canopoli, nato il 25 settembre 1912 a Sa Sia, frazione di Tula, ha avuto una giovinezza felice ma la guerra è un ricordo che non lo ha abbandonato mai. Nel 1936, infatti, aveva partecipato alle operazioni militari in Somalia e il secondo conflitto mondiale lo aveva visto anche prigioniero in Kenya. A casa era tornato solo nel dicembre 1946 quando, per fronteggiare le innumerevoli difficoltà del momento, aveva ripreso a fare il contadino ed il pastore e si era cimentato nell’arte della costruzione dei muri a secco, diventando uno dei “maestri” più conosciuti della zona.

Nel 1948, poi, ha incontrato il grande amore e ha sposato una donna che per un bizzarro disegno del destino portava il suo stesso nome, Domenica Canopoli, di Perfugas. Da quella unione sono nati due figli. A chi gli chiedeva, come il sindaco del paese Andrea Becca, quale fossero i segreti della sua buona salute ripeteva: Il moto e il mangiar poco, dannoso invece bere alcolici e fumare. .