Cronaca Italia

Domenico Cutrì evaso, la madre: “Non sapevo perché Antonino era ferito”

Domenico Cutrì evaso, la madre: "Non sapevo perché Antonino era ferito"

Domenico Cutrì (Foto Ansa)

VARESE – “Non sapevo come Antonino fosse stato ferito. Io non l’ho chiesto e a me nessuno dice mai niente”. Antonella Cutrì, madre dell’ergastolano evaso Domenico Cutrì, lo ha detto ai carabinieri durante l’interrogatorio nella caserma di Magenta. La donna ha portato il figlio Antonino, ferito nello scontro con la polizia e poi morto, nell’ospedale di Magenta. Ma nega di sapere dell’assalto che ha portato alla liberazione del figlio Domenico.

Claudio Del Frate sul Corriere dela Sera descrive la madre di Domenico Cutrì come una “donna d’onore” e riporta le sue dichiarazioni rilasciate durante l’interrogatorio:

“«Dopo che questo sconosciuto mi ha chiamata – dice la donna- sono scesa in ciabatte e senza borsetta e sono salita sull’auto (è la Citroen nera usata dai banditi,ndr). Mio figlio Antonino era seduto sul sedile del passeggero, con i piedi sul cruscotto: sanguinava, aveva gli occhi socchiusi e non parlava»”.

La donna spiega di non aver chiesto come il figlio fosse rimasto ferito:

“«Arrivata a un semaforo rosso poco lontano dall’ospedale di Magenta – ecco come prosegue il racconto – il tizio mi ha detto che voleva scendere. Se ne è andato mentre io sono entrata in ospedale con l’auto e con mio figlio»”.

Una circostanza, spiega Del Frate, ritenuta poco plausibile dagli inquirenti:

“«Far evadere Domenico era un’idea fissa di Antonino – dice ancora nel verbale – tanto che lui si era iscritto qualche tempo fa a un corso per pilota di elicotteri. Non so se poi l’ha fatto per davvero. Qui a casa nessuno a me dice mai nulla»”.

To Top