Domenico Maurantonio: poco alcol e nessun lassativo. Le analisi del sangue

di Redazione Blitz
Pubblicato il 22 Maggio 2015 13:34 | Ultimo aggiornamento: 22 Maggio 2015 13:34
Domenico Maurantonio: poco alcol e nessun lassativo. Le analisi del sangue

Domenico Maurantonio: poco alcol e nessun lassativo. Le analisi del sangue

MILANO – Non era ubriaco e nel suo corpo non c’era traccia di lassativi al momento della morte. Sono i primi risultati degli esami del sangue di Domenico Maurantonio, il ragazzo di Padova precipitato dalla balaustra di un hotel di Milano mentre si trovava in gita con i compagni di classe.

Il livello alcolico riscontrato è di un grammo su un litro di sangue: Domenico aveva bevuto ma non era ubriaco al punto da essere incosciente. Era alticcio, con quella quantità di alcool ad esempio non avrebbe potuto mettersi alla guida di una macchina. Non ubriaco ma forse abbastanza alterato da prendere parte a un gioco poi rivelatosi fatale?

Gli investigatori intanto hanno detto che il messaggio Whatsapp di cui ha parlato la trasmissione Chi l’ha visto? è inattendibile. E’ stato rintracciato l’autore di quel messaggio e sarebbe un frequentatore dell’hotel che avrebbe però scritto a un suo contatto un racconto frutto di letture incrociate di notizie in tv, giornali e siti. Non un testimone diretto, insomma. Quel messaggio recitava:

«Se ti racconto cos’è successo ieri mattina in hotel non ci credi». Il messaggio risalirebbe quindi a martedì 12 maggio, il giorno dopo il ritrovamento del cadavere di Domenico. «Dimmi tutto», risponde l’anonimo interlocutore. E il primo spiega nel dettaglio: «L’altra sera dei ragazzi di una scuola di Padova son venuti da noi in hotel… di notte si sono ubriacati da fare schifo e hanno deciso di fare degli scherzoni sui corridoi dell’hotel». «Il “migliore” di questi scherzi – si legge nel messaggio – è stato defecare per il corridoio del quinto piano… non contento, uno di questi per fare il figo decide di mettersi sul cornicione per farla dalla finestra… quindi si fa tenere per le braccia dagli amici e ad un certo punto vola giù. Morto. Gli amici non hanno detto nulla a nessuno e son tornati in stanza… il corpo è stato trovato il mattino dopo».

L’autore non è un testimone diretto, quindi è stato giudicato inattendibile. Ma non è detto che questa versione dei fatti sia inverosimile. Continua a restare in piedi l’ipotesi di un gioco tra ragazzi finito male, quello di defecare nel corridoio dell’hotel (sono state ritrovate feci) e peggio ancora, dalla balaustra, con i compagni a tenere Domenico per le braccia. Poi qualcosa è andato storto e Domenico è volato giù.