Domenico Spada, altro arresto per usura. Stavolta anche braccialetto elettronico

di Redazione Blitz
Pubblicato il 16 febbraio 2015 16:36 | Ultimo aggiornamento: 16 febbraio 2015 16:36
Domenico Spada, altro arresto per usura. Stavolta anche braccialetto elettronico

Domenico Spada, altro arresto per usura. Stavolta anche braccialetto elettronico (foto LaPresse)

ROMA – Domenico Spada ancora agli arresti. E questa volta, per il pugile accusato di usura, è scattata anche la misura restrittiva del braccialetto elettronico. Spada, insieme a suo padre, era stato già arrestato lo scorso 12 novembre per usura.

In quella circostanza  i due erano stati accusati di aver “strozzato” un commerciante romano. L’uomo era stato costretto  a vendere la propria attività e consegnare la propria abitazione per pagare gli interessi agli strozzini. E proprio nel corso di quelle indagini, racconta il Corriere della Sera,

 è emerso che i due, a fronte di un prestito iniziale di 40.000 euro, avevano costretto l’imprenditore edile a effettuare lavori di ristrutturazione del valore di 70.000 euro presso l’abitazione «acquisita» dalla prima vittima e a svendere la propria casa nel comune di Marino a 100.000 euro, a fronte di un valore pari almeno al doppio.

Nella mattinata di lunedì 17 febbraio il nuovo arresto del pugile che nel frattempo si trovava ai domiciliari. Questi mesi di indagine sono stati decisivi per far parlare la presunta vittima di usura. L’uomo, infatti, proprio per paura di minacce in un primo momento aveva negato di essere sotto ricatto.