Domnica Cemortan parla ancora. E Schettino la denuncia per falsa testimonianza

di redazione Blitz
Pubblicato il 2 ottobre 2014 18:31 | Ultimo aggiornamento: 2 ottobre 2014 18:31
Domnica Cemortan parla ancora. E Schettino la denuncia per falsa testimonianza

Domnica Cemortan (Foto Lapresse)

ROMA – Continuano le “rivelazioni” a puntate di Domnica Cemortan, la ballerina moldava che si trovava insieme al comandante Francesco Schettino la sera del naufragio della Costa Concordia, il 13 gennaio del 2012. E proprio per queste dichiarazioni Schettino ha annunciato di voler denunciare la donna per falsa testimonianza. 

“Io lo so cosa conteneva quella borsa, se me lo chiedono in Procura lo dico, ma finora non sono sembrati interessati”,

ha detto intervistata a Mattino Cinque riferendosi alla borsa che sarebbe stata prelevata la notte del naufragio.

“Io sono andata in Procura per fare delle dichiarazioni, sono stata in aula tre volte. Ho parlato del ponte 11, la procura sapeva la mia versione, ma non sono stati interessati ad approfondire, sono andata in aula tre volte”,

ha detto Cemortan, spiegando che la borsa “è stata prelevata dalla nave da una persona che conosco e che aveva delle responsabilità sulla nave”, che poi l’ha portata sull’isola dove è stata prelevata da un elicottero della Costa. “Io non ho visto l’elicottero, ma alla prossima udienza di Grosseto potrete chiedere spiegazioni agli avvocati della Costa”.

La ballerina moldava sostiene poi che Schettino quella sera avesse tre telefonini, ma

“durante le indagini abbiamo sentito le registrazione di un solo telefono. Io non so chi abbia chiamato quella sera”.