Don Andrea Contin, parrocchiana racconta dettagli: “Foto, guinzaglio, valigia…”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 7 novembre 2017 11:14 | Ultimo aggiornamento: 7 novembre 2017 11:14
don-contin

Don Andrea Contin, parrocchiana racconta dettagli: “Foto, guinzaglio, valigia…”

PADOVA – Foto senza veli scattate nei parcheggi dell’autostrada, un guinzaglio da cani da indossare e una valigia piena di giochi erotici per adulti. Una parrocchiana racconta i dettagli sulla sua relazione con don Andrea Contin, l’ex sacerdote di San Lazzaro indagato per violenza. La donna spiega di aver conosciuto il prete nel 2006 e che da allora lui l’ha coinvolta nello scandalo a luci rosse che ha travolto la canonica della chiesa in provincia di Padova.

Nicola Munaro sul quotidiano Il Messaggero riporta quanto la parrocchiana ha raccontato dei dettagli della relazione avuta con don Contin, di cui si era innamorata e per cui aveva fatto di tutto:

“La donna e don Contin si incontrano la prima volta a un pranzo comunitario («Sembrò avere uno sguardo particolare» scrive nella denuncia). Poi la cerca e l’invita in canonica, un giorno l’abbraccia e la bacia. Lei sconvolta scappa. Nel 2010 lei si separa dal marito. Nel febbraio successivo il primo rapporto sessuale in canonica. «Eppure ero innamorata e felice per le tante attenzioni… Poi mi portò spesso nei parcheggi dell’A31 per farmi guardare chi faceva sesso e mi scattò foto nuda. Voleva rapporti sempre più spinti».

«Aveva sempre con sé una valigetta con vibratori, maschere, capi in pelle già visibilmente usati da altre donne. Aveva postato le mie foto nuda sul sito per coppie Sexycommunity e anche sul sito “La moglie offerta”. Mi chiamava schiava, mi comprò una ciotola per animali e un guinzaglio». Spunta anche il nome di don Roberto Cavazzana, ex parroco di Carbonara di Rovolon (mai indagato, ndr) con cui ammette di aver avuto rapporti completi.