Don Lazzaro Longobardi, arrestato il presunto killer: un giovane romeno

di Redazione Blitz
Pubblicato il 4 marzo 2014 8:51 | Ultimo aggiornamento: 4 marzo 2014 8:51
Don Lazzaro Longobardi

Don Lazzaro Longobardi

COSENZA, 4 MAR – E’ stato arrestato il presunto omicida  di don Lazzaro Longobardi, il sacerdote ucciso con un colpo di spranga a Cassano allo Ionio.

Si tratta di un giovane romeno, accusato di omicidio ed estorsione.

Il giovane romeno, residente a Cassano allo Ionio, secondo l’accusa avrebbe commesso il delitto domenica sera, colpendo il sacerdote con una spranga di ferro alla testa. Il cadavere era stato scoperto ieri mattina.

I carabinieri sapevano delle preoccupazioni espresse dal sacerdote negli ultimi tempi per richieste sempre più pressanti di denaro da parte di un suo conoscente. Don Longobardi ne aveva parlato anche con i militari, pur senza formalizzare una denuncia. E così, dopo il delitto, i carabinieri hanno portato in caserma, per interrogarli, il giovane, che sarebbe stato l’autore delle richieste di denaro, ed un suo amico e connazionale. Interrogatorio che è andato avanti per ore, sino a quando, nel corso della notte, è stato emesso il provvedimento restrittivo.    Il cadavere di don Longobardi è stato scoperto ieri mattina nel cortile della chiesa di San Giuseppe, dove il sacerdote dormiva.