Alassio. Donna incinta cacciata dal bagnasciuga: “Divieto di sosta qui”

Pubblicato il 16 luglio 2012 14:43 | Ultimo aggiornamento: 16 luglio 2012 14:51

Spiaggia di AlassioALASSIO – Una donna incinta sarebbe stata cacciata dal bagnasciuga perché “è vietato sostare”. Il fatto sarebbe accaduto ad Alassio, come riporta il Corriere della Sera. La donna era in spiaggia con il figlio di 5 anni ed il marito domenica 15 luglio. Un divieto che però non sarebbe stato applicato ad altre persone sulla battigia, quelle che sostavano nel tratto vietato ma erano clienti dello stabilimento balneare.

Seduta sulla fascia dei 5 metri dalla battigia mentre il figlio giocava con paletta e secchiello, il bagnino l’avrebbe invitata a spostarsi perché tale spazio è destinato per legge “esclusivamente al libero transito con divieto di permanenza”. La donna avrebbe ignorato l’ordinanza del Comune di Alassio, la n. 63 del 12 marzo 2012 sulla disciplina delle attività balneari.

Il Corriere della Sera si è interrogato sulla vicenda:

“Qualcosa non funziona, però. Perché Marigianna deve andarsene mentre a pochi metri alcuni bambini (e adulti) continuano a “sostare”? Qual è la differenza? Che loro lì dietro hanno l’ombrellone a pagamento e quindi l’ordinanza non si applica. Forse perché il regolamento è stato adottato “sentita l’Associazione Bagni Marini del Circondario di Alassio?”.