Draghi: “I giovani indignati hanno ragione, colpa della finanza”

Pubblicato il 15 ottobre 2011 12:25 | Ultimo aggiornamento: 15 ottobre 2011 17:53

Mario Draghi

ROMA – “I giovani, hanno ragione a prendersela con la finanza come caprio espiatorio”. Lo ha detto il governatore della Banca D’Italia Mario Draghi. Gli indignati si fanno chiamare “Draghi ribelli”, definizione che al governatore non dispiace. All’incontro del G20 a Parigi Draghi ha dichiarato: “La notizia oggi non è a Parigi, ma a Roma. Siamo arrabbiati noi contro la crisi, figuriamoci loro che hanno venti, trenta anni. Hanno aspettato, aspettano tanto. Per noi non è stato così”.

Il governatore ha quindi aggiunto:  ”noi adulti siamo arrabbiati contro la crisi, figuriamoci loro che hanno venti o trent’anni”. La protesta degli indignati ha preso di mira nei giorni scorsi anche la Banca d’Italia e lo stesso Draghi, prossimo presidente della Bce, e il ruolo dell’istituto centrale nella crisi, in particolare la missiva mandata da Francoforte al governo italiano sulle misure da prendere. Gli indignati hanno anche organizzato nei giorni scorsi un presidio permanente sotto la sede di Via Nazionale.