Scampia, i carabinieri trovano armi nascoste sotto la statua di Padre Pio. E anche la prima coltivazione domestica in Italia di cocaina

Pubblicato il 31 agosto 2009 14:45 | Ultimo aggiornamento: 31 agosto 2009 16:43

padre-pioCirca 400 kg di droga di vario tipo, per un valore sul mercato di 15 milioni di euro, la “cassa continua” degli Scissionisti del clan Amato-Pagano, sono stati scoperti dai carabinieri di Napoli in una operazione antidroga tra il quartiere di Scampia e il grosso centro a nord di Napoli di Mugnano.

Sotto una statua di Padre Pio, in particolare, sono stati anche trovati un fucile e tre pistole con il colpo in canna. Il nascondiglio era un cassonetto a scomparsa ritrovato sotto il piedistallo della statua, che veniva spostata al momento di recuperare le armi. La statua adorna la piazzetta antistante due isolati del Lotto G, a Scampia.

Inoltre, un appartamento era stato adibito interamente a ospitare vasi e vi sono stati scoperti tremila semi di quella che a un primo esame, anche degli esperti dell’Orto botanico di Napoli, è cocaina, con decine di flaconi da un litro di potenti radicanti, climatizzazione e illuminazione tale da far pensare che si stesse tentando una coltivazione domestica di questa droga, il primo tentativo conosciuto in Italia, come sottolinea il comandante provinciale dei carabinieri Gaetano Marruccia.