E’ morto per le ustioni Andrea Antinogene, il pilota precipitato nel modenese. L’incidente alla fine di giugno

Pubblicato il 12 Luglio 2009 15:18 | Ultimo aggiornamento: 12 Luglio 2009 15:18

Non ce l’ha fatta Andrea Antinogene, pilota di 50 anni rimasto ustionato il 28 giugno scorso dopo essere precipitato a bordo di un ultraleggero in un campo di Corlo di Formigine, nel Modenese.

L’uomo è morto nel reparto grandi ustionati dell’ospedale di Parma, dove era ricoverato dal giorno dell’incidente.

Antinogene, di professione odontotecnico e residente a Magreta di Formigine, quel pomeriggio tentò un atterraggio di fortuna pochi minuti dopo essere decollato dalla pista dell’Aeroclub di Sassuolo, sempre nel Modenese.

 Alcuni testimoni hanno poi raccontato di aver sentito spegnersi il motore dell’ultraleggero, caduto a qualche centinaia di metri di distanza. Dopo lo schianto, l’uomo era riuscito a liberarsi e ad allontanarsi dall’aereo che aveva preso fuoco ma le fiamme lo avevano investito su circa l’80% del corpo. Il pilota stesso, ai soccorritori, avrebbe detto che il motore del velivolo si era spento.