EasyJet non lo fa imbarcare perchè disabile, Giuseppe Trieste denuncia la compagnia aerea per mancata assistenza

Pubblicato il 18 agosto 2009 0:33 | Ultimo aggiornamento: 18 agosto 2009 0:33

La compagnia aerea EasyJet non ha fatto imbarcare un passeggero disabile perchè privo di accompagnatore. L’incredibile denuncia arriva da Giuseppe Trieste, presidente della Fondazione italiana per l’abbattimento delle barriere architettoniche.

L’uomo ha detto di aver prenotato il volo Malpensa-Lamezia Terme segnalando il proprio problema, e la compagnia non ha manifestato alcuna perplessità in merito. Poi, al momento del check-in, l’amara scoperta. «Una cosa assurda, sono quarant’anni che volo e non ho mai avuto problemi di nessun tipo», ha tuonato Trieste.

disabileIl disabile ha spiegato che «c’è una direttiva europea che obbliga le compagnie ad accogliere qualunque passeggero». Tra l’altro, puntualizza, «le stesse compagnie, proprio per sostenere i costi delle persone diversamente abili, hanno aumentato di un euro il prezzo del biglietto».

Per questo Trieste ha denunciato la EasyJet per mancata assistenza e conseguente violazione delle norme comunitarie oltre che della convenzione internazionale dell’Onu sui diritti delle persone con disabilità.

La compagnia ha successivamente smentito ogni responsabilità, affermando che nella prenotazione, eseguita online dal cliente, non era stato specificato il disagio e quindi la richiesta di un accompagnatore.