Ebola, caso sospetto a Perugia: protocollo emergenza avviato

di Redazione Blitz
Pubblicato il 27 Giugno 2015 19:54 | Ultimo aggiornamento: 27 Giugno 2015 19:54
Ebola, caso sospetto a Perugia: protocollo emergenza avviato

Ebola, caso sospetto a Perugia: protocollo emergenza avviato

PERUGIA – Dopo il caso di Latina un nuovo sospetto di Ebola è stato registrato all’ospedale Santa Maria della Misericordia a Perugia. Il paziente è rientrato dalla Sierra Leone e arrivato in Umbria, dove si è recato al pronto soccorso con febbre e mal di testa. Il ministero della Salute ha dichiarato che subito è scattato il protocollo di emergenza.

La Regione Umbria in un comunicato ha dichiarato che il paziente sarà trasferito all’ospedale Spallanzani di Roma:

“La direzione salute della Regione Umbria in contatto con la direzione sanitaria dell’Ospedale Santa Maria della Misericodia di Perugia, ha appreso di un caso di sospetto di Ebola in un paziente ricoverato e che sara’ trasferito allo Spallanzani di Roma come da protocollo tra il ministero della sanità e la Regione siglato per fronteggiare l’ emergenza Ebola”.

Nella nota si sottolinea come

“vista la provenienza del paziente, la direzione sanitaria ha ritenuto di attivare il percorso assistenziale previsto e già applicato in casi analoghi. La direzione dell’ospedale, in attesa dei risultati del laboratorio dello Spallanzani per accertare la presenza dell’infezione, ha allertato i medici della sanità pubblica dell’Asl di competenza per monitorare la situazione dei familiari entrati in contatto con il paziente.

La Regione continuerà a monitorare la situazione con massima attenzione e precisa che il trasferimento del paziente allo Spallanzani è stato deciso solo a scopo precauzionale e che nell’effettuare il ricovero sono state prese tutte le precauzioni e rispettate tutte le procedure per mettere in sicurezza i professionisti dell’ospedale e gli altri pazienti”.