Ecomafia: sequestrata a Licata discarica che smaltiva illecitamente rifiuti speciali

Pubblicato il 26 Marzo 2010 9:41 | Ultimo aggiornamento: 26 Marzo 2010 9:41

Il Gip di Agrigento, accogliendo la richiesta della locale Procura della Repubblica, ha disposto il sequestro preventivo della discarica di contrada Bifara-Favarotta a Campobello di Licata. Il provvedimento è stato emesso nell’ambito di uno stralcio dell’inchiesta sul super latitante di mafia Giuseppe Falsone.

Secondo l’accusa nella discarica erano gestiti illecitamente rifiuti speciali come il percolato prodotto nella stessa discarica, e sarebbero state compiute operazioni non autorizzate di smaltimento consistite nel convogliamento del percolato nel pozzetto di raccolta delle acque meteoriche pertinente alla vasca nr.3 e suo successivo scarico sul suolo mediante una condotta di allontanamento in un’area esterna al perimetro della discarica.