Beneficenza? No, truffa. Condannato l’attore Edoardo Costa

Pubblicato il 12 luglio 2012 15:59 | Ultimo aggiornamento: 12 luglio 2012 16:30
Edoardo Costa

Edoardo Costa (Foto LaPresse)

MILANO – Edoardo Costa è stato condannato con rito abbreviato a tre anni di reclusione e a duemila euro di multa per truffa e appropriazione indebita. Costa è un attore famoso per aver recitato in soap opera come Un Posto al sole e Vivere. Secondo la sentenza, scrive l’agenzia Ansa, l’attore si sarebbe appropriato di una parte del denaro che era stato versato in beneficenza all’associazione a favore dei Paesi poveri da lui fondata, la C.I.A.K.

La condanna è arrivata per l’accusa di truffa per 205.000 euro, mentre l’appropriazione indebita riguarda circa 138.000 euro. Il giudice di Milano ha anche disposto un risarcimento per un totale di settemila euro per le tre parti civili che si erano costituite.

Il pubblico ministero aveva chiesto una condanna a quattro anni di carcere e 1.800 euro di multa.

L’inchiesta era nata nel 2008 in seguito alle denunce di Striscia la Notizia. L’intento era di verificare se davvero le somme raccolte nelle serate di beneficenza attraverso la C.I.A.K. fossero state effettivamente destinate alle attività  pubblicizzate in favore di persone bisognose.