Elena Ceste e il mistero dei vestiti consegnati da Michele Buoninconti

di Redazione Blitz
Pubblicato il 29 Luglio 2014 15:05 | Ultimo aggiornamento: 29 Luglio 2014 15:05
Elena Ceste

Elena Ceste

ASTI – Sono passati sei mesi dalla scomparsa di Elena Ceste, lo scorso 24 gennaio da Costigliole d’Asti. E dopo sei mesi di indagini ancora tanti i misteri che avvolgono il caso. Come il mistero degli abiti ritrovati dal marito di Elena, Michele Buoninconti, nel giardino di casa, la mattina della scomparsa.

Sono le 8.10 del 24 gennaio quando Michele esce di casa per portare i figli a scuola. Poco dopo l’ultimo avvistamento di Elena. Una vicina dice di aver visto Elena nel giardino con un paio di jeans e una maglia grigia scollata. Quando Michele torna a casa, alle 8.30, Elena è già scomparsa. Ma nel giardino restano dei vestiti sparsi, come raccontato dallo stesso marito: “I vestiti che mi ha descritto la vicina non erano gli stessi che mia moglie indossava l’ultima volta che l’ho vista”.

Vestiti che, sparsi nel giardino, avrebbero dovuto essere sporchi, bagnati e invece, come dicono gli investigatori, “profumavano di pulito, come se fossero appena usciti dall’armadio”.

“Quali abiti ha consegnato Michele agli inquirenti?” si chiede il sito NuovaSocietà.it.