Elena Ceste, Giallo e gli ultimi messaggi: “Mi vietano Facebook, ma ti penso”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 12 Marzo 2015 16:20 | Ultimo aggiornamento: 12 Marzo 2015 16:20
Elena Ceste

Elena Ceste

ROMA – “Oggi giornata irrespirabile. Mi vietano anche Facebook, ma non di pensarti intensamente. Buonanotte”: questo il testo, come riporta Giallo,di uno degli ultimi messaggi di Elena Ceste, scomparsa il 24 gennaio 2012 e ritrovata morta nove mesi dopo in un canale vicino la sua abitazione, a Costigliole d’Asti.

“Elena – scrive Ester Nicola di Giallo – negli ultimi mesi stava cercando di fuggire da quel mondo diventato troppo stretto per una donna come lei”. Giallo ha pubblicato il testo di alcuni messaggi inviati agli amici. “Ho mio marito a casa per una settimana – scriveva Elena Ceste – Non chiamare. Vediamoci alle piscine alle 12. Dove ci siamo visti per il tel. Dovrebbe filare tutto liscio dalle 21 in poi, deciditi. Mi fai stare male, avevo preso accorgimenti. Ma sei tu che mi hai fatto la ricarica nel telefono?”. “I messaggi che la donna mandava ai suoi amici – scrive Giallo – sono molto chiari”.