Elena Ceste, Michele Buoninconti resta in carcere

di Redazione Blitz
Pubblicato il 8 luglio 2015 13:13 | Ultimo aggiornamento: 8 luglio 2015 13:14
Elena Ceste, Michele Buoninconti resta in carcere

Elena Ceste, Michele Buoninconti resta in carcere

ROMA – Resta in carcere Michele Buoninconti, l’uomo recluso nel penitenziario di Asti con l’accusa di avere ucciso la moglie Elena Ceste scomparsa a Costigliole D’Asti il 24 gennaio 2014 e trovata morta nove mesi dopo. Lo ha deciso la Cassazione che ha respinto il ricorso della difesa di Buoninconti contro la conferma del carcere decisa dal riesame di Torino il 16 febbraio 2015.

La decisione della Cassazione va incontro alla richiesta dell’accusa: il sostituto pg della Cassazione Giuseeppe Corasaniti aveva infatti chiesto la conferma della custodia in carcere per Buoninconti. Secondo il pg persiste la pericolosità sociale dell’imputato.

Di altro avviso l’avvocatessa Maria Antonella Nardone, che, d’ufficio, ha difeso Buoninconti in Cassazione. “Secondo la difesa – ha detto – non c’è il rischio di reiterazione , dal momento che il movente dell”omicidio è stato individuato nella crisi coniugale”. Inoltre, “l’incensuratezza di Buoninconti può consentire gli arresti domiciliare in base alla recente legge che prevede questa misura per chi non ha precedenti gravi”.