Elena Ceste, Michele Buoninconti telefona a Damiano: “Cosa volevi da lei…”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 10 Marzo 2015 15:36 | Ultimo aggiornamento: 10 Marzo 2015 15:36
Elena Ceste, Michele Buoninconti telefona a Damiano: "Cosa volevi da lei..."

Elena Ceste, Michele Buoninconti telefona a Damiano: “Cosa volevi da lei…”

ASTI – Giallo ha pubblicato il testo di una telefonata – contenuta nell’ordinanza del Tribunale del Riesame – tra Michele Buoninconti, il marito di Elena Ceste indagato per l’omicidio della moglie e Damiano Silipo, amico della donna.

“Un giorno Michele – scrive Giallo – rivelò di aver avuto un confronto telefonico proprio con Damiano”. “Mi ha telefonato – dichiara Michele Buoninconti – e mi ha chiesto: allora ci sono novità? Gli ho risposto che se ci fossero state novità me le avrebbe dovuto dire lui. Mi ha detto: io non so niente, che Elena era sparita l’ho saputo da te (…)”.

A questo punto, scrive Ester Nicola di Giallo, Michele avrebbe scoperto le sue carte: “Gli ho fatto presente che il telefono di mia moglie adesso ce l’avevo io, che avevo letto i suoi messaggi. Gli ho chiesto spiegazioni. Mi ha detto solo: Io voglio bene a Elena e sapevo che stava male. Ma le volevi davvero bene? chiede Michele. O era solo il fatto che volevi qualcosa da lei? Qualcosa che non ti voleva dare? E i 30 euro che gli avevi fatto di ricarica sul telefonino?”.

La storia della ricarica telefonica, scrive Nicola, sembra ricollegarsi a un altro racconto che Michele avrebbe fatto agli inquirenti infatti l’uomo avrebbe detto che una volta Elena gli chiese se lui le aveva fatto una ricarica telefonica e lui, conclude la giornalista di Giallo, disse di aver visto Damiano vicino al tabaccaio.