Eligio Rubeis, sindaco Guidonia arrestato. Accusa: “Pressioni per assunzioni”

di redazione Blitz
Pubblicato il 21 luglio 2015 2:05 | Ultimo aggiornamento: 21 luglio 2015 2:05
Eligio Rubeis, sindaco Guidonia arrestato. Accusa: "Pressioni per assunzioni"

Eligio Rubeis, sindaco Guidonia arrestato. Accusa: “Pressioni per assunzioni”

ROMA – Il sindaco di Guidonia, Eligio Rubeis, è stato arrestato. Il primo cittadino del comune situato alle porte di Roma, eletto nelle file del Pdl poi passato in Forza Italia, è finito agli arresti domiciliari con le accuse di concussione e abuso d’ufficio. L’ordinanza di misura cautelare è stata emessa dalla procura di Tivoli che contestualmente ha ordinato diverse perquisizioni in casa del sindaco, nei suoi uffici comunali e in quelli di una clinica privata.

Secondo quanto si apprende, Rubeis, che ricopre anche la carica di consigliere della città metropolitana di Roma Capitale, avrebbe fatto indebite pressioni nei confronti di alcuni imprenditori locali per chiedere alcune assunzioni. Le indagini, cominciate diversi mesi fa, sarebbero partite da alcuni esposti anonimi arrivati in procura.

“L’attività d’indagine – si legge in una nota diffusa dalla Procura – è stata svolta negli ultimi mesi attraverso la collaborazione degli uomini del nucleo investigativo centrale e del comando provinciale del Corpo Forestale dello Stato nonché della sezione di polizia giudiziaria della procura di Tivoli. I reati ipotizzati, allo stato, sono: concussione, corruzione e induzione indebita a dare o promettere utilità. Le vicende riguardano assunzioni di personale presso imprese locali, incarichi pubblici e pagamenti di fatture da parte del Comune di Guidonia Montecelio. Gli elementi finora acquisiti si basano essenzialmente su attività di intercettazione ambientale e telefonica“.