Elio Norino, il carabiniere eroe di Borgo Panigale: “Ustionato, ho aperto la mia caserma per i feriti”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 agosto 2018 10:13 | Ultimo aggiornamento: 9 agosto 2018 10:13
Elio Norino, il carabiniere eroe di Borgo Panigale: "Ustionato, ho aperto la mia caserma per i feriti"

Elio Norino, il carabiniere eroe di Borgo Panigale: “Ustionato, ho aperto la mia caserma per i feriti”

ROMA – Elio Norino, comandante della compagnia dell’Arma di Borgo Panigale (quartiere di Bologna), è uno dei carabinieri rimasti feriti nell’inferno della A14.

“Erano [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] le ore 13,45 circa di lunedì – racconta il capitano Norino – quando, in caserma, abbiamo udito un primo forte boato. Io e i miei carabinieri ci siamo precipitati in strada per verificare cosa fosse successo. Scesi in strada, abbiamo subito notato una colonna di fumo e fiamme alte sulla tangenziale che sovrasta la zona in cui è ubicata la nostra caserma”.

“In quel frangente – aggiunge Norino – sono rimasto ustionato. Ma non potevo pensare a me. Dovevamo soccorrere tante persone. Ho fatto aprire le porte della mia caserma, dove si sono riparati diversi feriti e dove sono giunti i primi soccorsi. Momenti terribili, nei quali un carabiniere non pensa a sé, ancorché ferito, ma ai cittadini. In nostro aiuto sono poi subito giunti i colleghi di altre compagnie dei carabinieri di Bologna. Solo allora, sono stato trasportato all’ospedale Maggiore di Bologna”.