Elisa Antoniolli in fuga da ospedale col fidanzato a 15 anni

di Redazione Blitz
Pubblicato il 1 Dicembre 2015 13:37 | Ultimo aggiornamento: 1 Dicembre 2015 13:37

PORDENONE – Lei ha 15 anni, lui 23. I due fidanzatini sono fuggiti dall’ospedale di Pordenone, dove entrambi erano ricoverati, e ora i genitori dei due ragazzi ne hanno denunciato la scomparsa e hanno lanciato un appello sui social network affinché tornino a casa. Elisa Antoniolli e Davide Sonego hanno fatto perdere le loro tracce da venerdì 27 novembre, quando sono fuggiti dall’ospedale dove erano ricoverati insieme per alcuni problemi di droga.

Massimiliano Pongan, il padre della ragazza, ha lanciato un appello su Facebook per raccogliere informazioni su dove i due giovani possano essersi  nascosti, sottolineando di essere preoccupato per la salute dei due fidanzatini:

“Buon giorno rinnovo l’appello fatto ieri a proposito della fuga di elisa15 enne ricoverata nel reparto di pediatria di PN assieme al fidanzato 23enne Davide. Sia noi che la famiglia Sonego stiamo lottando per dare una normalità’ nella vita libertina dei due ci sono fatti brutti successi nell ultimo periodo furti assunzione di stupefacenti ecc gli sforzi sono stati tanti e purtroppo vani un grazie a. Tutti coloro che si sono e si stanno prestando nella ricerca dei ragazzi la mamma di Elisa dopo tutto il sacrificio che ha fatto finora per Elisa purtroppo e distrutta dal dolore e dalla delusione rinnoviamo quindi il post e speriamo”.

Francesco Scarabellotto sul Gazzettino scrive che l’attesa per i genitori dei due ragazzi è estenuante:

“Ma – aggiunge il padre – da alcune informazioni, che sembrano attendibili, Elisa potrebbe essere a Padova. Probabilmente i ragazzi sono ospitati da qualche amico di lui, oppure hanno trovato rifugio in qualche stanza che viene affittata a persone con problemi. Non hanno soldi con loro e per questo motivo non possono essere andati lontano. I cellulari non sono raggiungibili».

È sulla base di queste vaghe informazioni che la famiglia li sta cercando, con l’aiuto di tutte quelle persone che hanno letto i post pubblicati sui social network.  «Questa mattina – spiega Pongan – abbiamo contattato nuovamente i carabinieri per capire se c’era qualche novità, ma ci hanno solamente detto che ci avrebbero informati al primo riscontro».

Nel frattempo la madre del ragazzo ha sporto denuncia per la sua scomparsa: anche lei non riesce a rintracciarli. Una vicenda che, sia gli stessi genitori dei due ragazzi, che le tantissime persone che in queste ore hanno espresso vicinanza, si augurano possa concludersi positivamente e il più in fretta possibile”.

(Foto da Facebook)