Elisa Claps, il gup: “Da Restivo una trappola a sfondo sessuale”

Pubblicato il 10 Febbraio 2012 - 20:00 OLTRE 6 MESI FA

ROMA – Danilo Restivo, ''rimasto insoddisfatto per il modo in cui si erano conclusi i suoi corteggiamenti con Elisa Claps, decideva di tenderle 'una trappola', intenzionato a soddisfare, a qualsiasi costo, i suoi desideri sessuali; e' in tale cotesto che maturava e si determinava poi l'assassinio della giovane vittima' ''. Lo scrive il gup di Salerno Elisabetta Boccassini in un passaggio dellea sentenza di condanna dell'imputato a 30 anni di reclusione.

''E' evidente, allora – aggiunge il giudice – che causa dell'incontro prima e dell'assassinio poi, e' stato proprio il desiderio sessuale del Restivo, il quale non ha accettato di essere stato rifiutato, così come non ha accettato un ulteriore diniego della vittima, anche una volta rimasti solo''.

In entrambi – dice ancora il giudice – vi e' stato ''un totale dispregio non solo verso l'essere umano ma proprio verso l'essere donna: mondo questo dal quale Restivo era chiaramente attratto, ma in maniera violenta e assolutamente non tollerante''.