Fede si difende: “Ambra e Chiara mentono, mai fatto avances sessuali”

Pubblicato il 13 Aprile 2011 19:47 | Ultimo aggiornamento: 13 Aprile 2011 21:33

ROMA – ”Ambra e Chiara non le ho portate io ad Arcore, sono venute con Daniele Salemi che spingeva ad ogni costo per farle fare le meteorine. Ma io non le ho mai fatto neanche un provino perché le ritenevo troppo giovani e senza esperienza. Non ho tantomeno fatto loro avance sessuali né di altra natura. La verità è che queste due ragazze hanno raccontato menzogne costruite ad arte perché sono state ispirate con uno scopo ben preciso. Che arriva non a caso alla vigilia del voto sul processo breve”.

Così il direttore del Tg4 in un’intervista con l’Ansa definisce ”destituite di ogni fondamento” perché in contrapposizione ”con indicazioni di segno completamente opposto” le testimonianze rese ai pm da due diciottenni piemontesi, Ambra Battilana e Chiara Danese. Le ragazze raccontano di essere state a una cena con Emilio Fede che poi le avrebbe portate a una festa ad Arcore, ma il direttore del Tg4 annuncia di averle entrambe querelate ”per calunnia e diffamazione aggravata a mezzo stampa e violazione del segreto istruttorio presso la Procura di Milano e di Brescia, per le dichiarazioni rese da entrambe ai Pubblici Ministeri di Milano”.

“Direttore andiamo per ordine quando ha conosciuto Chiara e Ambra?” Fede: ”Le ho incontrate una sera ad Arcore. Io sono arrivato dopo le 23 perché ero andato vedere la partita insieme al Presidente. Le ho trovate lì, le aveva portate questo Salemi. Insisteva perché le facessi lavorare al meteo, ma io non le avrei mai potute prendere perché troppo giovani e senza nessuna esperienza. Si badi che ci sono le stesse due ragazze al meteo da 4 e ben 7 anni. Non le ho mai cambiate”.

“Ma le ragazze raccontano di una serata imbarazzante con palpeggiamenti e toccamenti espliciti e altro?”  Fede: ”Ecco a questo punto bisogna chiedersi perché parlano solo oggi. Si presentano spontaneamente? Ma chi può credere a tali falsità? La vicenda – prosegue il direttore – è senza ombra di dubbio costruita a tavolino, sia perché dietro la iniziativa delle testimoni vi è un avvocato che è un parlamentare dell’Italia Dei Valori, la cui appartenenza politica non potevano ignorare, sia perché hanno deciso di presentare una memoria solo sei mesi dopo rispetto alla notorietà dell’inchiesta”.

Inoltre fa notare Fede ”se si erano tanto offese perché una delle due mi ha mandato un sms il giorno dopo per ringraziarmi per la bellissima serata (‘Salve direttore, sono Chiara, la volevo ringraziare per la fantastica serata, se non le causa disturbo quando sarò a Salsomaggiore mi farà piacere sentirla’)”. £Ma oggi sono state rese pubbliche nuove intercettazioni che la vedono coinvolto e in una di queste parlando al telefono con Ambra Battilana lei definisce Chiara Danese troppo timida per fare quello che c’è bisogno di fare?” Fede ”Certo mi riferivo alla sua aspirazione a fare il meteo. Salemi mi ossessionava, tanto che esiste anche una intercettazione dove dico che me lo devono togliere dai c…perché troppo insistente”. “Direttore c’è anche l’intercettazione dello scorso 21 agosto dove lei parlando con Lele Mora dice, che per la serata del giorno dopo ad Arcore “bisogna portare quel bignè”?

”Ma andiamo – risponde Fede queste sono intercettazioni che non hanno nessuna rilevanza penale, estrapolate ad arte”. “E il 22 agosto, verso le 22, lei sente al telefono la Ambra Battilana che ha vinto Miss Piemonte e le dice “Festeggiamo”. ”E’ chiaro che è una battuta che lascia il tempo che trova. Come quando uno ti dice oggi è il mio compleanno e tu rispondi bene festeggiamo e finisce lì”.

“Direttore oggi il Cdr del Tg4 chiede a lei e all’azienda di fare chiarezza sulla vicenda”. Fede: ”Sono d’accordissimo, sono il primo a voler fare chiarezza. Si vuole tentare di far passare un angolo dell’informazione come una sorta di casting del malaffare. Tutto questo mi amareggia e condivido pienamente lo sgomento della redazione dove lavorano solo professionisti”.