Empoli, tunisino morto durante controllo della polizia: aveva mani e piedi legati

di Redazione Blitz
Pubblicato il 18 gennaio 2019 13:26 | Ultimo aggiornamento: 18 gennaio 2019 13:26
Empoli, tunisino morto in controllo polizia aveva mani e piedi legati

Empoli, tunisino morto durante controllo della polizia: aveva mani e piedi legati (Foto Ansa)

FIRENZE – Ha dato in escandescenze davanti al money transfer e quando la polizia è arrivata per un controllo è stato legato mani e piedi. Poi il tunisino ha avvertito un malore ed è morto, probabilmente per un arresto cardiaco. L’episodio è avvenuto la sera del 17 gennaio a Empoli, in provincia di Firenze.

Secondo una prima ricostruzione, l’uomo era arrivato al money transfer per versare dei soldi ma quando il titolare l’ha accusato di aver presentato una banconota da 20 euro falsi ha dato in escandescenze. Il titolare del negozio ha chiamato polizia e 118, con gli agenti che per calmarlo gli hanno messo le manette ai polsi e ai piedi, dato che continuava a scalciare. 

In queste ore la pm titolare delle indagini, Christine Bon Borries, sta ascoltando il personale della polizia, ma sembra anche quello sanitario, intervenuto nelle fasi del controllo per fare luce sulla dinamica dell’episodio. Gli accertamenti su quanto accaduto sono condotti dalla squadra mobile della questura di Firenze.