P3: Carboni in ospedale a Viterbo, i medici: “Condizioni di salute critiche ma non gravissime”

Pubblicato il 23 luglio 2010 18:17 | Ultimo aggiornamento: 23 luglio 2010 18:21

Flavio Carboni è detenuto da mercoledì 21 luglio nel reparto di medicina protetta dell’ospedale Belcolle di Viterbo, dove è stato trasferito dal centro diagnostico di Regina Coeli dove si trovava sulla base del provvedimento del gip nel quale si chiedeva che le condizioni di salute di Carboni fossero seguite e monitorate.

Le sue condizioni, secondo quanto riporta l’Ansa, sono state valutate critiche ma non gravissime dai medici che lo hanno in cura. Carboni è infatti un plurinfartuato e, in passato, ha subito altri ricoveri, l’ultimo dei quali l’anno scorso a Torino. Nei prossimi giorni sarà sottoposto a una serie di accertamenti clinici, soprattutto di tipo cardiologico. Probabilmente sarà anche visitato da un equipe del reparto di cardiologia del nosocomio viterbese.

Al termine degli esami, i medici valuteranno se le sue condizioni siano compatibili con il regime detentivo o meno. Carboni si alimenta normalmente, passa le giornate leggendo i giornali e passeggiando. È alloggiato in una camera singola, come tutte quelle del centro di medicina protetta. Carboni aveva frequentato Viterbo prima dell’esplosione dello scandalo P2, nel quale fu pesantemente coinvolto. Era infatti amico di Umberto Ortolani, ritenuto la vera mente della loggia massonica guidata da Licio Gelli, che proprio a Viterbo era nato nel 1913.