Cronaca Italia

Eolico, indagine disciplinare sui magistrati indagati

La procura generale della Cassazione ha avviato una indagine disciplinare sui magistrati i cui nomi figurano nell’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip di Roma nei confronti di Flavio Carboni, Arcangelo Martino e Pasquale Lombardi.

La Procura generale, titolare dell’azione disciplinare assieme al ministro della Giustizia, rende noto – con un comunicato – di aver avviato ”sin dal l2 luglio scorso, una indagine di natura disciplinare” in merito ai ”fatti emergenti dall’ordinanza di custodia cautelare” emessa dal gip di Roma nell’ambito dell’inchiesta sugli appalti nell’eolico e sulla associazione segreta denominata P3.

La nota, però, non cita i nomi dei magistrati su cui sta compiendo accertamenti. Nell’ordinanza di custodia cautelare si fanno i nomi del presidente della Corte di Appello di Milano Alfonso Marra (su cui la prima commissione del Csm ha oggi avviato una istruttoria per il trasferimento per incompatibilita’ ambientale), del capo degli ispettori del ministero della Giustizia Arcibaldo Miller (magistrato fuori ruolo su cui possono intervenire a livello disciplinare il ministro della Giustizia e il pg della Cassazione, ma non il Csm), dell’avvocato generale in Cassazione Antonio Martone (che ha presentato la scorsa settimana domanda di pensionamento).

Il sottosegretario alla Giustizia, Giacomo Caliendo, anch’egli magistrato fuori ruolo fino a qualche mese fa, il cui nome figura nell’inchiesta, e’ andato in pensione da poco e dunque non e’ piu’ passibile di accertamenti disciplinari.

To Top