Epifania o Befana? Cosa si celebra oggi? Le origini della festa

di redazione Blitz
Pubblicato il 6 gennaio 2019 8:31 | Ultimo aggiornamento: 6 gennaio 2019 8:31
Epifania o Befana? Cosa si celebra oggi? Le origini della festa

Epifania o Befana? Cosa si celebra oggi? Le origini della festa (Foto Ansa)

ROMA – Epifania o Befana? Cosa si festeggia oggi, domenica 6 gennaio? Il nome della festività è Epifania, termine greco per indicare l’azione o la manifestazione di una qualsiasi divinità con miracoli, visioni o segni.

Nella cultura cristiana, sia cattolica sia ortodossa sia anglicana, la festa è legata all’adorazione di Gesù da parte dei re magi (nel Vangelo non si dice quanti fossero) con i loro doni (oro, incenso e mirra) ed è una delle massime solennità celebrate con la Pasqua e il Natale ed è festa di precetto, oltre ad essere la festività che tradizionalmente conclude il tempo di Natale.

Inizialmente nella cultura cristiana la parola Epifania era legata anche al battesimo di Gesù da parte di Giovanni Battista e al primo miracolo delle nozze di Cana, perché questi due episodi avrebbero manifestato la natura divina di Cristo da adulto. Il battesimo di Gesù è stato però spostato alla prima domenica successiva, anche se le Chiese ortodosse continuano nella tradizione di festeggiare le due ricorrenze insieme, tanto che in Russia si festeggia l’Epifania con un tradizionale bagno nell’acqua gelida.

Il 6 gennaio cade dodici giorni dopo il Natale: il numero 12 segna la  fine delle celebrazioni dei festeggiamenti per il solstizio e il culto di Mitra voluti dall’imperatore Aureliano, che iniziavano appunto il 25 dicembre. Questo per quanto riguarda l’Epifania. 

La Befana, invece, è una tradizione legata ai culti dell’antica Roma per la dea Diana, protettrice dei boschi e della natura, e ai riti per la fertilità dei campi. Proprio delle donna che volavano di notte dopo il solstizio d’inverno venivano considerate portatrici di prosperità dei raccolti. 

I riti della Befana sono diffusi in tutta Italia dal Medioevo e spesso hanno a che fare con fuochi e falò. Ad essi contribuì anche il fascismo, con la “Befana fascista”, festa per bambini istituita nel 1928.